Il prestito on line

Da molti anni è in atto una rivoluzione digitale ed informatica. Tutto il mondo lavorativo e quindi le piccole imprese e le grandi aziende, si stanno spostando su internet: pagine web, social network e le tantissime applicazioni, infatti, sono diventati il centro comunicativo. Per chi vuole veicolare un messaggio o semplicemente informare e tenere un contatto ravvicinato con i propri clienti, avere una grande e stabile presenza su internet è diventato ormai fondamentale. E’ dunque importante riuscire a farsi trovare dai propri clienti. Proprio per questo i grandi istituti bancari non hanno certo perso l’ondata di novità e hanno incentivato ed investito nella propria presenza on line, cercando di fornire servizi accurati e convenienti come in filiale, con un’ assistenza preparata e sempre presente nel momento del bisogno.

In questo scenario di rinnovamento ed investimenti per il futuro, nasce anche il servizio bancario di prestito on line. Oggi è infatti possibile contrarre le operazioni di prestito tramite il sito web o le applicazione dell’istituto bancario con il quale si vuole interagire.

L’iter da seguire per poter contrarre un prestito on line è molto simile a quello classico che si presenta normalmente quando ci rechiamo in una filiale di una banca. Si deve quindi porre attenzione a diversi fattori, a cominciare dai documenti personali: l’istituto bancario al quale ci rivolgiamo, a meggior ragione on line, vorrà poter vedere tutti i documenti di identificazione prima di procedere nella consulenza. Saranno quindi richiesti il numero della carta d’identità ed il codice fiscale della tessera sanitaria. Una volta che l’istituto avrà accertato la nostra identità e avrà verificato se apparteniamo o meno alla lista dei cattivi pagatori, si potrà procedere alla fase successiva in cui dovremo presentare il reddito annuo o la busta paga. Il reddito annuo va presentato nel caso siamo lavoratori autonomi. La busta paga, invece, va fornita nel caso apparteniamo alla categoria dei lavoratori dipendenti. L’istituto bancario potrà così decidere, on line, se la cifra da noi richiesta in finanziamento può essere restituita e quindi elargita in base al nostro reddito e alla nostra capacità economica. Tutte le informazioni sono in questo link guidaprestitionline.it