Cattivi pagatori: sono un danno per l’economia italiana?

I cattivi pagatori in Italia sono ben 7 milioni. Si tratta di una cifra che desta notevole timore negli ambienti economici, in quanto si tratta di persone la cui attitudine al consumo rischia di affievolirsi notevolmente non trovando ascolto presso il sistema creditizio. Nel caso cioè in cui siano vittime di improvvise crisi di liquidità, non hanno la possibilità di fare leva sui prestiti e di contribuire di conseguenza alla crescita dell’economia tricolore, con ovvie ricadute a livello di PIL.

Proprio per questo motivo negli ultimi mesi si è addirittura messo in cantiere un possibile referendum per riabilitare i protestati, che sono coloro i quali in questo momento hanno le maggiori difficoltà a interloquire con un sistema creditizio ancora restio a muoversi senza garanzie, dopo essere rimasto scottato nel corso della crisi economica, quando i crediti deteriorati, ovvero la mole di prestiti non ripianati da chi li aveva contratti, hanno cominciato a zavorrare il sistema.

Prestiti per cattivi pagatori

Va comunque ricordato che pur costituendo una categoria problematica, i cattivi pagatori possono reperire soluzioni creditizie in grado di dare loro respiro. Nella categoria dei prestiti per cattivi pagatori, infatti, rientrano ad esempio quelli con garante e quelli cambializzati. I primi prevedono la presenza di una terza figura, solitamente un familiare o un conoscente, che sia disposta a subentrare con il proprio reddito o patrimonio in caso di sospensione dei pagamenti da parte del contraente principale, mentre i secondi vedono la presenza di un titolo esecutivo il cui mancato pagamento alla scadenza può far scattare il sequestro del bene ipotecato. Si tratta di forme che tendono a spostare la garanzia verso altre persone o comunque a porre le basi affinché l’ente erogante possa rientrare con facilità della cifra concessa, che peraltro permettono alle aziende creditizie di porre condizioni ancora più allettanti per loro rispetto ai prestiti normali.

Per saperne di più sui prestiti per cattivi pagatori, si consiglia comunque di consultare guidaprestiticattivipagatori.it, sito che si occupa in maniera estremamente professionale della materia, proponendosi di informare i consumatori sulle possibili soluzioni riservate a chi sia catalogato in una categoria così problematica.